Connettivale

Il tessuto connettivo

tessuto connettivoIl tessuto connettivo si sviluppa dal tessuto embrionale mesenchima, caratterizzato da cellule ramificate comprese in un’abbondante sostanza intercellulare amorfa.

Il mesenchima, molto diffuso nel feto, deriva dal terzo foglietto embrionale intermedio, mesoderma, dal quale originano, per successive fasi di sviluppo, quasi tutti i tessuti muscolari e connettivali, il sangue e l’apparato cardiovascolare, l’apparato urogenitale e il sistema linfatico.

Gli altri 2 strati cellulari sono: l’ectoderma (esterno), da cui derivano alcuni degli annessi embrionali e successivamente gli organi deputati ai rapporti con l’ambiente esterno, quali l’epidermide e i suoi annessi, e il sistema nervoso; ed interno,vi è l’endoderma che dà origine all’epitelio dell’apparato digerente e alle ghiandole a questo annesse.
Da questi strati o «foglietti embrionali» deriveranno poi, in ordinata sequenza, tutti i tessuti, organi ed apparati.

Il mesenchima, oltre a produrre tutti i tipi di tessuto connettivo, produce altri tessuti: muscolare, vasi sanguigni, epitelio e alcune ghiandole.
Il tessuto connettivo è morfologicamente caratterizzato da vari tipi di cellule (fibroblasti, macrofagi, mastociti, plasmacelluleleucociti, cellule indifferenziate, cellule adipose o adipociti, condrociti, osteociti ecc.) immersi in un abbondante materiale intercellulare, definito MEC (matrice extracellulare), sintetizzato dalle stesse cellule connettivali.

La MEC è composta da fibre proteiche insolubili (collagene, elastiche e reticolari) e sostanza fondamentale, erroneamente definita amorfa, colloidale, formata da complessi solubili di carboidrati, in gran parte legati a proteine, detti mucopolissaccaridi acidi, glicoproteine, proteoglicani, GAG: glucosamminoglicani (acido ialuronico) e, in minor misura, da proteine, fra cui la fibronectina.

Cellule e matrice intercellulare caratterizzano vari tipi di tessuto connettivo: tessuto connettivo propriamente detto (fascia connettivale), tessuto elastico, tessuto reticolare, tessuto mucoso, tessuto endoteliale, tessuto adiposo, tessuto cartilagineo, tessuto osseo, sangue e linfa.

I tessuti connettivi giocano quindi diversi importanti ruoli: strutturali, difensivi, trofici e morfogenetici, organizzando e influenzando la crescita e la differenziazione dei tessuti circostanti.

Previous Post Next Post

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply